Noisli, il mix di suoni digitale per ridurre lo stress e lavorare al meglio

Noisli, il mix di suoni digitale per ridurre lo stress e lavorare al meglio

Chi di noi non vorrebbe lavorare lasciandosi cullare dal crepitio del camino o dalla dolce melodia di una pioggerellina fuori dalla finestra?

Nella grigia realtà, però, la vita d’ufficio è perennemente disturbata da telefoni che squillano, colleghi che ruminano o scartabellano, smartphone che vibrano ogni quindici secondi.  Interruzioni, distrazioni, rumori molesti e openspace più vivaci di una scolaresca riusciranno a stroncare sul nascere qualsiasi sano proposito di concentrarsi e magari portare a termine qualche cosa.

Per fortuna c’è Noisli. L’applicazione desktop made in Deutschland che, miscelando suoni e rumori in un sottofondo stimolante o rilassante a seconda delle necessità, trasformerà il tuo spazio di lavoro in un perfetto giardino zen.

Oltre a portare quiete e concentrazione nelle nostre vite lavorative, la compagnia di questi semplici suoni che provengono dalla natura o da un caldo ambiente domestico ci aiuteranno a creare l’ambiente ideale per essere più produttivi, creativi e soprattutto meno stressati.

Noisli si può anche installare anche sui dispositivi Android e iOS, ed è prevista un’estensione per Google Chrome.

Come funziona?

Dopo essersi registrati, è sufficiente selezionare una delle playlist di suoni già disponibili, premere il tasto PLAY e godersi questa nuova e inattesa ondata di pace e tranquillità. In alternativa, possiamo personalizzare la nostra “miscela” selezionando i rumori di sottofondo che più ci aggradano.
Temporali, piogge, cinguettii, grilli, fruscii, onde del mare, ce ne sono davvero per tutti i gusti.

noisli-app

È gratis?

Ni. La versione di base permette di ascoltare soltanto due categorie di playlist tra quelle presenti a catalogo, con un numero limitato di suoni, per un massimo di un’ora e mezza al giorno di streaming.

Attivando la versione premium, disponibile anche per team aziendali, si può accedere senza limiti all’archivio completo e godere di funzionalità aggiuntive come lo shuffle o il timer avanzato.

Al momento in cui scrivo, la versione PRO costa 8 dollari al mese e 96 dollari all’anno. Per un’azienda che ha a cuore la produttività e l’equilibro mentale dei suoi dipendenti, potrebbe essere un’idea carina. A questo prezzo, però, per un privato forse conviene di più accaparrarsi Spotify Premium e trovare lì la musica più confacente alla monotona vita d’ufficio.

In ogni caso, non avrei mai pensato che un temporale che borbotta nelle casse potesse essere così spaziale. Provare per credere!

Scritto da
Gianluca Riboni
Lascia un commento

Gianluca Riboni

Pensatore e capo tribù NAZAV, personal trainer non convenzionale, ambasciatore dello yoga e della risata, scrittore e blogger incompreso. Scrivo quello che mi passa la testa, nella speranza di lasciare un segno su questo pianeta. Sempre in Arial 11.

Newsletter

Web Far - Alla scoperta del selvaggio mondo di internet e della pubblicità online