The Browser: come navigare sul “vuvuvu” senza naufragi


Naufragar mi è dolce in questo www. Però, ogni tanto, sarebbe bello far tacere un po’ questo baccano di notizie e contenuti “lampo” con cui siamo bombardati un giorno sì e l’altro pure, e magari concentrarsi su qualcosa che valga davvero la pena di essere letto o ascoltato.

Se anche tu la pensi così, The Browser potrebbe fare al caso tuo: ogni giorno, puntuale come un orologio svizzero, questo sito seleziona per te cinque articoli, un video e un podcast trovati da qualche parte sul web e te li propone in una comoda newsletter con frequenza giornaliera. Al sabato viene proposto il “meglio” della settimana, mentre la domenica riceverai un audio dedicato interamente ai podcast.

Il servizio, disponibile soltanto in inglese, riesce a coprire tutti gli argomenti possibili e immaginabili, dall’attualità alla filosofia, dalla politica alla tecnologia, dall’arte alla letteratura, insomma, di tutto un po’. La parola d’ordine, in ogni caso, è sempre una sola: qualità e cura dei contenuti.

C’è di più. Oltre alla newsletter, è possibile far arrivare automaticamente i contributi selezionati su Instapaper e Pocket (che, per chi non lo sapesse, sono applicazioni che permettono di salvare articoli e contenuti multimediali per essere letti e guardati “dopo”) senza il bisogno di intasare la propria casella di posta o fare ogni volta il login al sito.

Certo, sborsare 5 dollari al mese oppure 48 dollari all’anno perché qualcuno ci mandi dei semplici link a siti liberamente accessibili in rete potrebbe sembrare un po’ strano. D’altronde, anche il lavoro di ricerca e selezione di materiali e fonti in questo oceano sterminato che è internet non è certo banale, e merita di essere retribuito il giusto.

https _substack.com_img_thebrowser-share

Per quanto riguarda, mi sono abbonato al servizio per un paio di anni e, nonostante sia rimasto soddisfatto della scelta, ho dovuto interrompere per un fatto abbastanza prevedibile: la mia bacheca su Pocket, dopo aver accumulato centinaia di articoli non letti, era sul punto di straripare. O meglio, mi sono sentito orribilmente schiacciato da questa mole di contenuti super-interessanti, ma che ahimè mi avrebbero richiesto altre sette vite per poter essere consumati.

Dopotutto, come è giusto aprire qualche rubinetto per bere dell’acqua fresca e dissetante, ogni tanto, per non farsi venire una bella congestione, è bene anche chiuderlo.

Comunque sia, che tu voglia delegare a qualcuno o cercare in prima persona, buona navigazione. 😊

facebook-profile-picture

Gianluca Riboni

Pensatore e capo tribù NAZAV, personal trainer non convenzionale, ambasciatore dello yoga e della risata, scrittore e blogger incompreso. Scrivo quello che mi passa la testa, nella speranza di lasciare un segno su questo pianeta. Sempre in Arial 11.

Commenti (0)

Lascia un commento